Apple: il gigante dell’elettronica si affida solo alle energie rinnovabili durante la sua produzione

Non potrà ancora sventolare la bandiera della sostenibilità aziendale, ma perlomeno su consumi energetici Apple ha alleggerito il proprio peso ambientale. È di ieri la notizia che il big dell’elettronica ha portato termine la propria rivoluzione verde passando a un’alimentazione fornita al 100% da energie rinnovabili. Cosa significa? Che tutte le strutture della famosa “mela” di Cupertino oggi acquistano o utilizzano in maniera diretta energia pulita. Parliamo di data center, uffici e punti vendita sparsi in ben 43 Paesi nel mondo e tutti coinvolti nel programma di lotta ai cambiamenti climatici avviato dall’azienda dal 2011.

Il lavoro, ovviamente, non è completo dal momento nel conto non rientrano ancora tutte le fabbriche e siti produttivi. Ma la società ha fatto sapere di voler continuare il pressing anche su questo fronte: in questi giorni nove partner di produzione – da Quadrant a Quanta Computer – si sono impegnati a usare solo fonti energetiche alternative, portando a 23 il numero totale di fornitori passati alle green energy.

Un traguardo che rende orgoglioso soprattutto il ceo Tim Cook che commenta così il raggiungimento dell’obiettivo 100% rinnovabili. “Ci stiamo impegnando a lasciare il mondo meglio di come l’abbiamo trovato […] Continueremo a spingere i limiti di ciò che è possibile fare con i materiali nei nostri prodotti, il modo in cui li ricicliamo, le nostre strutture e il nostro lavoro con i fornitori per trovare fonti di energia rinnovabile nuove, creative e lungimiranti perché sappiamo che il futuro dipende da questo”.

Attualmente l’azienda partecipa o possiede diversi progetti rinnovabili a livello mondiale. In totale 25 grandi impianti sono già operativi, per un totale di 626 megawatt di potenza: si va dalle installazioni fotovoltaiche ai parchi eolici passando per sistemi a fuel cell alimentati a biogas, micro-idroelettrico e tecnologie di accumulo. Altri 15 progetti sono in fase di realizzazione e, a regime, porteranno la capacità rinnovabile installata da Apple oltre 1,4 GW di potenza.

Per apprezzare gli sforzi verdi della società basta volgere lo sguardo alla sede centrale, a Cupertino, vera e propria vetrina della conversione energetica della mela bianca. L’Apple Park, infatti, è oggi il più grande edificio per uffici del Nord America ad aver ottenuto la certificazione LEED Platinum. È alimentato esclusivamente dall’impianto fotovoltaico realizzato sul tetto e da un sistema a biogas. Un impianto d’accumulo e una micro rete intelligente gestiscono, riversando nella rete pubblica l’energia non consumata dall’edificio.

 

fonte; Rinnovabili.it

Lascia un commento